ESISTE UNA MATRIX CHE STA' PER ESSERE DISTRUTTA PER SEMPRE

martedì 13 agosto 2019

(immagine ESA)


LA FAKE NEWS DI SIXTEMA TRATTA DA FANPAGE.IT 

Super ondata di calore, Italia ‘rovente’ con picchi di 50 gradi: 
la mappa ci mostra il caldo torrido!

(TITOLO E SOTTOTITOLO CHE PUR ENUNCIANDO UN FATTO VERO SERVONO DA PROPAGANDA E SPECCHIETTO PER I BABBEI CREDULONI DEL RISCALDAMENTO GLOBALE; A CUI SEGUE SUBITO DOPO ANCHE BEL UN VIDEO CHE SCIORINA LA SOLITA SOLFA DEI DANNI CHE STA ARRECANDO IN TUTTO IL MONDO, e poi continua.. - ndr)


L’Italia è stata duramente colpita da un’ondata di calore l’11 agosto 2019 che ha portato a picchi di 50 gradi. L’immagine della mappa del nostro Paese ‘rovente’ è stata pubblicata da CopernicusEMS e dall’Agenzia Spaziale Europea e ci mostra la temperatura percepita al suolo: ecco cosa sta succedendo. 

SI', ECCO COSA STA SUCCENDO DAVVERO LEGGENDO LA PETIZIONE DI "VERI SCIENZIATI" E NON DI ALGORITMI PREDITTIVI FASULLI COME I LORO INVENTORI E PROPAGATORI DI FAKE NEWS.

CLIMA LA VERA SITUAZIONE VS. LE FAKE NEWS DEI BABBEI SEGUACI DEL FALSO PROFETA GRETA!



mercoledì 19 giugno 2019

 

Al Presidente della Repubblica

Al Presidente del Senato

Al Presidente della Camera dei Deputati

Al Presidente del Consiglio



PETIZIONE SUL RISCALDAMENTO GLOBALE ANTROPICO

I sottoscritti, cittadini e uomini di scienza, rivolgono un caloroso invito ai responsabili politici affinché siano adottate politiche di protezione dell’ambiente coerenti con le conoscenze scientifiche. In particolare, è urgente combattere l’inquinamento ove esso si presenti, secondo le indicazioni della scienza migliore. A tale proposito è deplorevole il ritardo con cui viene utilizzato il patrimonio di conoscenze messe a disposizione dal mondo della ricerca e destinate alla riduzione delle emissioni antropiche inquinanti diffusamente presenti nei sistemi ambientali sia continentali che marini.

Bisogna però essere consapevoli che l’anidride carbonica di per sé non è affatto un agente inquinante. Al contrario essa è indispensabile per la vita sul nostro pianeta

Negli ultimi decenni si è diffusa una tesi secondo la quale il riscaldamento della superficie terrestre di circa 0.9°C osservato a partire dal 1850 sarebbe anomalo e causato esclusivamente dalle attività antropiche, in particolare dalle immissioni in atmosfera di CO2 proveniente dall’utilizzo dei combustibili fossili. Questa è la tesi del riscaldamento globale antropico promossa dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) delle Nazione Unite, le cui conseguenze sarebbero modificazioni ambientali così gravi da paventare enormi danni in un imminente futuro, a meno che drastiche e costose misure di mitigazione non vengano immediatamente adottate. A tale proposito, numerose nazioni del mondo hanno aderito a programmi di riduzione delle emissioni di anidride carbonica e sono pressate, anche da una martellante propaganda, ad adottare programmi sempre più esigenti dalla cui attuazione, che comporta pesanti oneri sulle economie dei singoli Stati aderenti, dipenderebbe il controllo del clima e, quindi, la “salvezza” del pianeta.

L’origine antropica del RISCALDAMENTO GLOBALE è però UNA CONGETTURA NON DIMOSTRATA, dedotta solo da alcuni modelli climatici, cioè complessi programmi al computer, chiamati General Circulation Models.

Al contrario, la letteratura scientifica ha messo sempre più in evidenza l’esistenza di una variabilità climatica naturale che i modelli non sono in grado di riprodurre. Tale variabilità naturale spiega una parte consistente del riscaldamento globale osservato dal 1850.

La responsabilità antropica del cambiamento climatico osservato nell’ultimo secolo è quindi ingiustificatamente esagerata e le previsioni catastrofiche non sono realistiche.

Il clima è il sistema più complesso presente sul nostro pianeta, per cui occorre affrontarlo con metodi adeguati e coerenti al suo livello di complessità.

I modelli di simulazione climatica non riproducono la variabilità naturale osservata del clima e, in modo particolare, non ricostruiscono i periodi caldi degli ultimi 10.000 anni.

Questi si sono ripetuti ogni mille anni circa e includono il ben noto Periodo Caldo Medioevale, il Periodo Caldo Romano, ed in genere ampi periodi caldi durante l’Ottimo dell’Olocene.

Questi periodi del passato sono stati anche più caldi del periodo presente, nonostante la concentrazione di CO2 fosse più bassa dell’attuale, mentre sono correlati ai cicli millenari dell’attività solare. Questi effetti non sono riprodotti dai modelli.

Va ricordato che il riscaldamento osservato dal 1900 ad oggi è in realtà iniziato nel 1700, cioè al minimo della Piccola Era Glaciale, il periodo più freddo degli ultimi 10.000 anni (corrispondente a quel minimo millenario di attività solare che gli astrofisici chiamano Minimo Solare di Maunder). Da allora a oggi l’attività solare, seguendo il suo ciclo millenario, è aumentata riscaldando la superficie terrestre. 

Inoltre, i modelli falliscono nel riprodurre le note oscillazioni climatiche di circa 60 anni. Queste sono state responsabili, ad esempio, di un periodo di riscaldamento (1850-1880) seguito da un periodo di raffreddamento (1880-1910), da un riscaldamento (1910-40), ancora da un raffreddamento (1940-70) e da un nuovo periodo di riscaldamento (1970-2000) simile a quello osservato 60 anni prima. Gli anni successivi (2000-2019) hanno visto non l’aumento previsto dai modelli di circa 0.2°C per decennio, ma una sostanziale stabilità climatica che è stata sporadicamente interrotta dalle rapide oscillazioni naturali dell’oceano Pacifico equatoriale, conosciute come l’El Nino Southern Oscillations, come quella che ha indotto il riscaldamento momentaneo tra il 2015 e il 2016.

Gli organi d’informazione affermano anche che gli eventi estremi, come ad esempio uragani e cicloni, sono aumentati in modo preoccupante. Viceversa, questi eventi, come molti sistemi climatici, sono modulati dal suddetto ciclo di 60 anni. Se ad esempio si considerano i dati ufficiali dal 1880 riguardo i cicloni atlantici tropicali abbattutisi sul Nord America, in essi appare una forte oscillazione di 60 anni, correlata con l’oscillazione termica dell’Oceano Atlantico chiamata Atlantic Multidecadal Oscillation. I picchi osservati per decade sono tra loro compatibili negli anni 1880-90, 1940-50 e 1995-2005. Dal 2005 al 2015 il numero dei cicloni è diminuito seguendo appunto il suddetto ciclo.

Quindi, nel periodo 1880-2015, tra numero di cicloni (che oscilla) e CO2 (che aumenta monotonicamente) non vi è alcuna correlazione

Il sistema climatico non è ancora sufficientemente compreso. Anche se è vero che la CO2 è un gas serra, secondo lo stesso IPCC la sensibilità climatica ad un suo aumento nell’atmosfera è ancora estremamente incerta. Si stima che un raddoppio della concentrazione di CO2 atmosferica, dai circa 300 ppm preindustriali a 600 ppm, possa innalzare la temperatura media del pianeta da un minimo di 1°C fino a un massimo di 5°C.

Questa incertezza è enorme. In ogni caso, molti studi recenti basati su dati sperimentali stimano che la sensibilità climatica alla CO2 sia notevolmente più bassa di quella stimata dai modelli IPCC. 

Allora, è scientificamente non realistico attribuire all'uomo la responsabilità del riscaldamento osservato dal secolo passato ad oggi. Le previsioni allarmistiche avanzate, pertanto, non sono credibili, essendo esse fondate su modelli i cui risultati sono in contraddizione coi dati sperimentali. Tutte le evidenze suggeriscono che questi modelli sovrastimano il contributo antropico e sottostimano la variabilità climatica naturale, soprattutto quella indotta dal sole, dalla luna, e dalle oscillazioni oceaniche. 

Infine, gli organi d’informazione diffondono il messaggio (Fake News - ndr) secondo cui, in ordine alla causa antropica dell’attuale cambiamento climatico, vi sarebbe un quasi unanime consenso tra gli scienziati e che quindi il dibattito scientifico sarebbe chiuso. Tuttavia, innanzitutto bisogna essere consapevoli che il metodo scientifico impone che siano i fatti, e non il numero di aderenti, che fanno di una congettura una teoria scientifica consolidata.

In ogni caso, lo stesso preteso consenso non sussiste. Infatti, c’è una notevole variabilità di opinioni tra gli specialisti – climatologi, meteorologi, geologi, geofisici, astrofisici – molti dei quali riconoscono un contributo naturale importante al riscaldamento globale osservato dal periodo preindustriale ed anche dal dopoguerra ad oggi. Ci sono state anche petizioni sottoscritte da migliaia di scienziati che hanno espresso dissenso con la congettura del riscaldamento globale antropico. Tra queste si ricordano quella promossa nel 2007 dal fisico F. Seitz, già presidente della National Academy of Sciences americana, e quella promossa dal Non-governmental International Panel on Climate Change (NIPCC) il cui rapporto del 2009 conclude che:

“La natura, e non l’attività dell’Uomo governa il clima”

In conclusione, posta la cruciale importanza che hanno i combustibili fossili per l’approvvigionamento energetico dell’umanità, suggeriamo che non si aderisca a politiche di riduzione acritica della immissione di anidride carbonica in atmosfera con l’illusoria pretesa di governare il clima.


COMITATO PROMOTORE
  1. Uberto Crescenti, Professore Emerito di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara, già Magnifico Rettore e Presidente della Società Geologica Italiana.
  2. Giuliano Panza, Professore di Sismologia, Università di Trieste, Accademico dei Lincei e dell’Accademia Nazionale delle Scienze, detta dei XL, Premio Internazionale 2018 dell’American Geophysical Union.
  3. Alberto Prestininzi, Professore di Geologia Applicata, Università La Sapienza, Roma, già Scientific Editor in Chief della rivista internazionale IJEGE e Direttore del Centro di Ricerca Previsione e Controllo Rischi Geologici.
  4. Franco Prodi, Professore di Fisica dell’Atmosfera, Università di Ferrara.
  5. Franco Battaglia, Professore di Chimica Fisica, Università di Modena; Movimento Galileo 2001.
  6. Mario Giaccio, Professore di Tecnologia ed Economia delle Fonti di Energia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara, già Preside della Facoltà di Economia.
  7. Enrico Miccadei, Professore di Geografia Fisica e Geomorfologia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  8. Nicola Scafetta, Professore di Fisica dell’Atmosfera e Oceanografia, Università Federico II, Napoli.

FIRMATARI
  1. Antonino Zichichi, Professore Emerito di Fisica, Università di Bologna, Fondatore e Presidente del Centro di Cultura Scientifica Ettore Majorana di Erice.
  2. Renato Angelo Ricci, Professore Emerito di Fisica, Università di Padova, già Presidente della Società Italiana di Fisica e della Società Europea di Fisica; Movimento Galileo 2001.
  3. Aurelio Misiti, Professore di Ingegneria Sanitaria-Ambientale, Univesità la Sapienza, Roma.
  4. Antonio Brambati, Professore di Sedimentologia, Università di Trieste, Responsabile Progetto Paleoclima-mare del PNRA, già Presidente Commissione Nazionale di Oceanografia.
  5. Cesare Barbieri, Professore Emerito di Astronomia, Università di Padova.
  6. Sergio Bartalucci, Fisico, Presidente Associazione Scienziati e Tecnolgi per la Ricerca Italiana.
  7. Antonio Bianchini, Professore di Astronomia, Università di Padova.
  8. Paolo Bonifazi, già Direttore Istituto di Fisica dello Spazio Interplanetario, Istituto Nazionale Astrofisica.
  9. Francesca Bozzano, Professore di Geologia Applicata, Università Sapienza di Roma, Direttore del Centro di Ricerca CERI.
  10. Marcello Buccolini, Professore di Geomorfologia, Università Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  11. Paolo Budetta, Professore di Geologia Applicata, Università di Napoli.
  12. Monia Calista, Ricercatore di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  13. Giovanni Carboni, Professore di Fisica, Università Tor Vergata, Roma; Movimento Galileo 2001.
  14. Franco Casali, Professore di Fisica, Università di Bologna e Accademia delle Scienze di Bologna.
  15. Giuliano Ceradelli, Ingegnere e climatologo, ALDAI.
  16. Domenico Corradini, Professore di Geologia Storica, Università di Modena.
  17. Fulvio Crisciani, Professore di Fluidodinamica Geofisica, Università di Trieste e Istituto Scienze Marine, Cnr, Trieste.
  18. Carlo Esposito, Professore di Telerilevamento, Università La Sapienza, Roma.
  19. Mario Floris, Professore di Telerilevamento, Università di Padova.
  20. Gianni Fochi, Chimico, Scuola Normale Superiore di Pisa; giornalista scientifico.
  21. Mario Gaeta, Professore di Vulcanologia, Università La Sapienza, Roma.
  22. Giuseppe Gambolati, Fellow della American Geophysica Union, Professore di Metodi Numerici, Università di Padova.
  23. Rinaldo Genevois, Professore di Geologia Applicata, Università di Padova.
  24. Carlo Lombardi, Professore di Impianti nucleari, Politecnico di Milano.
  25. Luigi Marino, Geologo, Centro Ricerca Previsione e Controllo Rischi Geologici, Università La Sapienza, Roma.
  26. Salvatore Martino, Professore di Microzonazione sismica, Università La Sapienza, Roma.
  27. Paolo Mazzanti, Professore di Interferometria satellitare, Università La Sapienza, Roma.
  28. Adriano Mazzarella, Professore di Meteorologia e Climatologia, Università di Napoli.
  29. Carlo Merli, Professore di Tecnologie Ambientali, Università La Sapienza, Roma.
  30. Alberto Mirandola, Professore di Energetica Applicata e Presidente Dottorato di Ricerca in Energetica, Università di Padova.
  31. Renzo Mosetti, Professore di Oceanografia, Università di Trieste, già Direttore del Dipartimento di Oceanografia, Istituto OGS, Trieste.
  32. Daniela Novembre, Ricercatore in Georisorse Minerarie e Applicazioni Mineralogichepetrografiche, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  33. Sergio Ortolani, Professore di Astronomia e Astrofisica, Università di Padova.
  34. Antonio Pasculli, Ricercatore di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  35. Ernesto Pedrocchi, Professore Emerito di Energetica, Politecnico di Milano.
  36. Tommaso Piacentini, Professore di Geografia Fisica e Geomorfologia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  37. Guido Possa, Ingegnere nucleare, già Vice Ministro Miur.
  38. Mario Luigi Rainone, Professore di Geologia Applicata, Università di Chieti-Pescara.
  39. Francesca Quercia, Geologo, Dirigente di ricerca, Ispra.
  40. Giancarlo Ruocco, Professore di Struttura della Materia, Università La Sapienza, Roma.
  41. Sergio Rusi, Professore di Idrogeologia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  42. Massimo Salleolini, Professore di Idrogeologia Applicata e Idrologia Ambientale, Università di Siena.
  43. Emanuele Scalcione, Responsabile Servizio Agrometeorologico Regionale Alsia, Basilicata.
  44. Nicola Sciarra, Professore di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  45. Leonello Serva, Geologo, Direttore Servizi Geologici d’Italia; Movimento Galileo 2001.
  46. Luigi Stedile, Geologo, Centro Ricerca Revisione e Controllo Rischi Geologici, Università La Sapienza, Roma.
  47. Giorgio Trenta, Fisico e Medico, Presidente Emerito dell’Associazione Italiana di Radioprotezione Medica; Movimento Galileo 2001.
  48. Gianluca Valenzise, Dirigente di Ricerca, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Roma.
  49. Corrado Venturini, Professore di Geologia Strutturale, Università di Bologna.
  50. Franco Zavatti, Ricercatore di Astronomia, Univesità di Bologna.
  51. Achille Balduzzi, Geologo, Agip-Eni.
  52. Claudio Borri, Professore di Scienze delle Costruzioni, Università di Firenze, Coordinatore del Dottorato Internazionale in Ingegneria Civile.
  53. Pino Cippitelli, Geologo Agip-Eni.
  54. Franco Di Cesare, Dirigente, Agip-Eni.
  55. Serena Doria, Ricercatore di Probabilità e Statistica Matematica, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  56. Enzo Siviero, Professore di Ponti, Università di Venezia, Rettore dell’Università e- Campus.
  57. Pietro Agostini, Ingegnere, Associazione Scienziati e Tecnolgi per la Ricerca Italiana.
  58. Donato Barone, Ingegnere.
  59. Roberto Bonucchi, Insegnante.
  60. Gianfranco Brignoli, Geologo.
  61. Alessandro Chiaudani, Ph.D. agronomo, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  62. Antonio Clemente, Ricercatore di Urbanistica, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  63. Luigi Fressoia, Architetto urbanista, Perugia.
  64. Sabino Gallo, Ingegnere nucleare.
  65. Daniela Giannessi, Primo Ricercatore, Ipcf-Cnr, Pisa.
  66. Roberto Grassi, Ingegnere, Amministratore G&G, Roma.
  67. Alberto Lagi, Ingegnere, Presidente di Società Ripristino Impianti Complessi Danneggiati.
  68. Luciano Lepori, Ricercatore Ipcf-Cnr, Pisa.
  69. Roberto Madrigali, Metereologo.
  70. Ludovica Manusardi, Fisico nucleare e Giornalista scientifico, Ugis.
  71. Maria Massullo, Tecnologa, Enea-Casaccia, Roma.
  72. Enrico Matteoli, Primo Ricercatore, Ipcf-Cnr, Pisa.
  73. Gabriella Mincione, Professore di Scienze e Tecniche di Medicina di Laboratorio, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.
  74. Massimo Pallotta, Primo Tecnologo, Istituto Nazionale Fisica Nucleare.
  75. Enzo Pennetta, Professore di Scienze naturali e divulgatore scientifico.
  76. Nunzia Radatti, Chimico, Sogin.
  77. Vincenzo Romanello, Ingegnere nucleare, Centro Ricerca, Rez, Repubblica Ceca.
  78. Alberto Rota, Ingegnere, Ricercatore presso Cise e Enel.
  79. Massimo Sepielli, Direttore di Ricerca, Enea, Roma.
  80. Ugo Spezia, Ingegnere, Responsabile Sicurezza Industriale, Sogin; Movimento Galileo 2001.
  81. Emilio Stefani, Professore di Patologia vegetale, Università di Modena.
  82. Umberto Tirelli, Visiting Senior Scientist, Istituto Tumori d’Aviano; Movimento Galileo 2001.
  83. Roberto Vacca, Ingegnere e scrittore scientifico.




Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale. Per leggere una copia della licenza visita il sito web http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/ o spedisci una lettera a Creative Commons, PO Box 1866, Mountain View, CA 94042, USA.


martedì 23 luglio 2019

AMUN AMEN AMAN AMON RA


È stato presentato a Lugano il primo ETP basato su Bitcoin Cash, Amun. Amun è listato poche ore fa sullo Swiss SIX Exchange. Amun già includeva ETP basati su Bitcoin, Ethereum, Ripple, Tether e Monero, ma da oggi nel portafoglio si potrà trovare anche Bitcoin Cash.

Cos’è un ETP?


L’acronimo ETP sta per Exchange Traded Product e indica una vasta gamma di strumenti finanziari negoziati sulle borse valori.
L’andamento del prezzo deriva da altri strumenti finanziari, in questo caso le crypto. Come spiegato in conferenza stampa da un portavoce di Amun:


Ad oggi abbiamo [sei] prodotti ETP con Amun. Se avete presente come funziona un ETF sull’oro, capirete come funzionano i nostri prodotti. Abbiamo due indici: uno delle prime 5 crypto per market cap e uno per le prime 10. È come comprare uno stock nella borsa tradizionale”.


L’evento a Lugano


È stata fatta a Lugano la conferenza stampa di presentazione di Amun e del primo ETP basato su BCH alla presenza del Sindaco di Lugano, Marco Borradori, molti membri del fondo di investimenti blockchain Pangea e il CEO di Bitcoin.com, Roger Ver.

Dopo una presentazione del Sindaco sul collocamento di Lugano rispetto all’ambiente blockchain di Milano e di Zurigo con cui vuole essere sempre più connessa e collegata, prende la parola Roger Ver spiegando il proprio background.
Da quando nel 1999 vendeva parti di hardware per computer ad oggi ne è passata di acqua sotto i ponti per colui il quale viene – o meglio, forse veniva – chiamato Bitcoin Jesus.
Tra i primi a credere a Bitcoin, Ver è ora fermo sostenitore di BCH, crypto nata nel 2017 dopo un hard fork di Bitcoin.

“Scommetto su tutto quello che funziona”.

Ha spiegato Roger Ver facendo riferimento al progetto e alla possibilità portata dalle crypto di rendere le persone di tutto il mondo più libere nello spendere, inviare e ricevere denaro.

AMEN - AMUN - AMMON (TRE SONO UNO)



Ma quale altro argomento si nasconde dietro al dio AMUN-AMON-AMEN-RA oggi identificato in un investimento su cryptovaluta virtuale come esattamente erano gli dèi sulle nuvole (cloud). 

Amun–Ra: il cui nome significa “il nascosto, il misterioso” (CRYPTATO), originariamente era un dio primordiale noto soltanto ad una stretta cerchia di teologi. 

Per ragioni politiche, durante il Primo Periodo Intermedio, fu adottato dai principi tebani come divinità principale di Tebe. Durante l’XI dinastia con l’Egitto nuovamente unificato, il santuario di Amun a Karnak divenne il tempio dinastico.

Per molti secoli la funzione di Amun fu esclusivamente politica; in seguito il clero tebano, d’accordo con i sacerdoti eliopolitani, lo assimilarono a Ra, in modo da conferire ad Amun il titolo di divinità cosmica, da qui il nuovo nome “Amun-Ra”, una nuova figura che si aggiungeva ai due dei AMUN e RA.

Amun-Ra era il dio di tutti gli dei 

Sposo di Mut e padre di Khonsu e a volte sposo di Hathor e padre di Harmachis “Horus all’orizzonte”. Rappresentato in forma umana, il suo emblema era un casco cilindrico sormontato da due lunghe piume verticali. In un bellissimo inno dedicato a Amun-Ra il dio viene onorato per tutte le cose che ha creato, in sostanza quando fu propagato il culto di questo dio, altro non si fece che predicare per lui le stesse cose che prima erano dedicate al dio Ra.
Drioton, lo studioso francese, riconosce in Amun il dio della regione celeste, a suffragare questa ipotesi le due piume che sovrastano il capo, il colore azzurro delle sue membra e a volte anche del suo trono. Durante la XVIII dinastia Thutmosi I e Tuthmosi III, conquistarono molti territori in Nubia. L’Egitto diventò così una delle più grandi potenze dell’Oriente e a beneficiarne fu proprio Amun che ricevette non solo la gloria, ma anche una parte notevole dei bottini di guerra e dei tributi annuali versati dai popoli sottomessi.

Così il clero di Amon diventò un potentissimo proprietario terriero ed elemento di primo piano nella politica egizia.


Proprio questo è il vero obiettivo dei creatori della crypto AMUN che occultano dietro una facciata di falso e ipocrita perbenismo cryptologico per i neofiti. Nella nostra moderna società economico-finanziaria attuare un tale sistema è paragonabile esattamente allo stesso metodo usato per la società agricola.
In bassa epoca si ritornò al primitivo concetto del dio ed Amun fu nuovamente considerato una divinità primordiale. A Karnak, nel tempio di Opet, Amun-Ra era “lo Shai di tutti gli dei”, inteso non come dio-destino, ma come dio primordiale e creatore. Una antichissima preghiera ci rivela l'origine di questo desiderio di essere come il vero Padre Creatore che è dentro il dio di questo mondo:


Oh Amun, Amun, che sei nei cieli Padre di chi non ha Madre.


Quanto e' dolce pronunciare il tuo nome.


Dacci come la gioia di vivere, il sapore del pane per il bimbo,


sia fatta la tua volonta' come in Cielo cosi in Terra.


Tu che mi hai fatto vedere le tenebre, crea la luce per me.


Fammi dono della tua grazia, fa che io veda te ininterrottamente!


Amun. (Amen)


Questa falsa preghiera che si conclude con l'invocazione al dio "occulto" AMEN/AMUN ripetuta da miliardi di appartenenti alla cristianità ci rivela il disegno "nascosto/cryptato" dietro questa apparente tecnologia che ritroviamo in una antica scrittua relativa al "dio nascosto/cryptato di questo mondo" che vuole ricoprire il ruolo del Dio Supremo e mistifica la sua presenza nella realtà di ogni secolo:

"Tu dicevi in cuor tuo: "Io salirò in cielo, innalzerò il mio trono al di sopra delle stelle di Dio; mi siederò sul monte dell'assemblea, nella parte estrema del nord; salirò sulle parti più alte delle nubi, sarò simile all'Altissimo". Invece sarai precipitato nello Sceol, nelle profondità della fossa." - (Yahshayahu/Isaia 14:13-15)

Perciò perchè non dovremmo pensare che lo stesso ETP AMUN non sia altro che un FAKE per gabbare milioni o miliardi di persone esattamente come ha fatto già questa potestà bugiarda nei secoli nascondendosi prima nello scambio, poi nel denaro, ed ora nella blockchain e nelle crypto?

A buon intenditore e chi sa VEDERE OLTRE le apparenze sia lo Spirito di Verità a rivelare ogni cosa per il bene di quelli che amano la Verità e non il facile inganno.

Sinceramente in verità.




Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale. Per leggere una copia della licenza visita il sito web http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/ o spedisci una lettera a Creative Commons, PO Box 1866, Mountain View, CA 94042, USA.

lunedì 22 luglio 2019



La Repubblica Abcasa sta creando una giurisdizione favorevole alla crypto-valuta e una crypto-valuta nazionale. MicroMoney potrà partecipare alla realizzazione di questo progetto.

MicroMoney e il Ministro dell'Economia dell'Abcasia stanno negoziando la collaborazione nell'impiego della crypto-economia dei servizi e dell'esperienza di MicroMoney nella repubblica. I rappresentanti del governo sono fiduciosi che la costruzione di una solida economia digitale con crypto-valuta, blockchain e cluster informatico offrirà nuove opportunità di attirare investimenti esterni, di sviluppare iniziative imprenditoriali e di migliorare il contesto economico. Il Ministro dell'Economia dell'Abcasia, Adgur Ardzinba, ha esposto questi ambiziosi progetti alla conferenza: "Blockchain: non si torna indietro" tenutasi ad ottobre a Mosca.

Attualmente i riflettori sono puntati sulla società di blockchain fintech MicroMoney. La società ha recentemente concluso la sua campagna per il gettone AMM, iniziata il 18 ottobre 2017. Il progetto ha attirato circa 10 milioni di dollari. MicroMoney opera con successo da 2 anni in 5 Paesi asiatici. L'organizzazione è specializzata nella concessione di prestiti nei mercati emergenti e nello sviluppo di un sistema di punteggio di affidabilità creditizia che verrà implementato nella blockchain della nuova cryptovaluta - potete comprendere da soli cosa questo comporterà in termini di concessione di credito. Ma il vero obiettivo di questa società è porre sotto credito quei due miliardi di persone che ancora non erano mai entrate nei sistemi finanziari - ndr.

Nel mondo ci sono più di 2 miliardi di persone che non hanno antecedenti creditizi e non dispongono di servizi bancari. La missione di MicroMoney è dunque quella di integrare (legare - ndr) queste persone nel sistema finanziario mondiale. Il processo è già stato avviato nei Paesi in cui opera MicroMoney, tra cui Myanmar, Cambogia, Tailandia, Indonesia e Sri Lanka. Forse anche l'Abcasia andrà ad aggiungersi alla lista, mentre si prepara ad emettere la propria crypto-valuta abcasa - ARC (Moneta della Repubblica Abcasa).

La crypto-valuta abcasa potrebbe comparire alla fine dell'anno e la sua penetrazione estesa partirà all'inizio della primavera. L'Abcasia potrebbe abolire la valuta legale e sicuramente la crypto-valuta diventerà la parte pienamente operativa del sistema economico del Paese. (Come già scritto anni fa in questo blog siamo giunti al tempo per un nuovo sixtema (666) non solo abolirà ogni valuta ma implementerà ogni oggetto e persona all'interno di una catena a blocchi cifrata da cui nessuno potrà mai più uscire, altro che la catena di S'Antonio- ndr)

L'Hard Cap (obiettivo massimo della raccolta fondi) attirato in Abcasia attraverso l'ICO (Offerta Iniziale di Moneta) ammonta a 1 miliardo di dollari, che la repubblica ha intenzione di ottenere emettendo i suoi gettoni e compiendo coraggiosi passi verso la completa legalizzazione della crytpto-valuta e dei crypto-business, e verso la creazione di un contesto favorevole per le crypto-startup. Questa somma di denaro è necessaria al dispiegamento della tecnologia blockchain a tutti i livelli importanti del sistema socio-economico del paese, nonché per accelerare l'aumento di capacità energetica per l'attività estrattiva.

Si tratta di un annuncio senza precedenti, non essendo ancora mai state eseguite in altri paesi azioni del genere riguardo alla regolamentazione della crypto-valuta e dei crypto-business. Tutto questo rende Abcasia un paese sicuro dove depositare crypto-asset e avviare crypto-business. Nei piani della Repubblica Abcasa non rientra solo l'organizzazione dell'ICO ma anche la creazione di tutte le infrastrutture per lo sviluppo dell'orientamento - programmi educativi, programmi di tecnologia e sviluppo di iniziative, raccolta e accelerazione di nuovi progetti. La soluzione di piattaforma è quasi pronta per la preparazione di centinaia di mini ICO con la Moneta abcasiana nella Repubblica in cui possa investire la crypto-comunità. Si tratta di un tipo di progetto alquanto complicato, in cui ognuno dei passi da compiere è senza precedenti.

I vantaggi di questo tipo di mercato sono evidenti - persone di tutto il mondo possono investire nell'economia del paese senza alcuna sanzione o limitazione. La rivoluzione della blockchain sta avvenendo in tutto il mondo, e per questo blockchain, crypto-valuta e ICO provocano forti emozioni a livello di Stato in molti paesi. Per poter avere successo, i paesi devono assumersi il rischio e fungere da start-up (in pratica come evidenzia l'immagine del titolo; un socialismo vero che sottoporrà tutti ad una dittatura non più dall'alto ma che proviene dal basso come è stato profetizzato 2000 anni fa nell'Apocalisse di Giovanni relativa al markio 666 - ndr). 

Le cifre sono incontestabili. In base alle stime del World Economic Forum, nel 2025 i progetti basati sulla blockchain saranno in grado di fornire fino al 10% del PIL mondiale, che ammonta a 10 trilioni di dollari. MicroMoney può offrire la sua consulenza al Ministro dell'Economia abcaso, e nel pratico può aiutare ad attirare investimenti attraverso l'ICO. Inoltre, le parti hanno già discusso le opportunità di impiego di MicroMoney per lo sviluppo del sistema bancario dell'Abcasia. Il lavoro viene portato avanti. In quest'ambito, MicroMoney ha una notevole esperienza che potrà essere utile non solo all'Abcasia ma a qualsiasi altro paese.

Benvenuti nell'era della catena a blocchi.





Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale. Per leggere una copia della licenza visita il sito web http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/ o spedisci una lettera a Creative Commons, PO Box 1866, Mountain View, CA 94042, USA.



venerdì 19 luglio 2019






Fin dai tempi più remoti, la Massoneria è stata punita a causa del suo amore per la verità, e da questa punizione sono nati gli Stati Uniti. Siamo stati fondati grazie alle pressioni massoniche, siamo stati fondati dai massoni, siamo stati fondati da alcune delle menti più brillanti della nostra epoca... Siamo stati fondati da persone che hanno fatto grandi sacrifici, e che in molti casi hanno dato la loro stessa vita per la causa. Ma ce l'abbiamo fatta, ce l'abbiamo fatta grazie ad una ben precisa determinazione: la via della luce trionferà. Perciò è molto importante per noi assicurarci che questa luce trionfi, e che continui a splendere per aiutarci in tutte le cose che sarà necessario fare.”

Manly P. Hall è stato riconosciuto come uno dei più illustri studiosi mondiali nel campo della religione, della mitologia, del misticismo e dell'occulto. Molte menti brillanti sono state attratte dal suo operato, compreso il defunto Carl Jung che, durante la stesura del suo Psicologia e Alchimia, consultò del materiale proveniente dalla collezione privata di Hall.

E' importante ricordare che quasi tutte le menti più brillanti del mondo erano mistici spirituali, da Albert Einstein e Isaac Newton a Nikola Tesla, e molti altri ancora in tutto il corso della storia. Il misticismo spirituale è un argomento che ha attirato l'attenzione di persone di tutte le epoche, e fornisce ulteriori prove sui mondi immateriali che oggi sappiamo essere una realtà attraverso lo studio di una scienza “non materiale”.

Quando la scienza comincerà a studiare i fenomeni non fisici, farà più progressi in un decennio che in tutti i precedenti secoli della sua esistenza.” - Nikola Tesla

Nel 1934, Hall fondò la Philosophical Research Society (PRS, Società di Ricerca Filosofica) a Los Angeles, in California, frutto della sua volontà di trovare soluzioni ai sempre più numerosi problemi dell'umanità.

Nel 1926, pubblicò The Secret Teachings of All Ages: An Encyclopedic Outline of Masonic, Hermetic, Qabbalistic and Rosicrucian Symbolical Philosophy (Gli Insegnamenti Segreti di Tutte le Epoche: Uno Schema Enciclopedico della Filosofia Massonica, Ermetica, Qabbalistica e Rosacrociana). Il libro ricevette molti elogi, e si è guadagnato il suo posto nella storia essendo, secondo l'astronauta dell'Apollo 14 Dr. Edgar Mitchell, “un classico del mondo della letteratura” che “guiderà per secoli studiosi di storia, filosofi e profani alla ricerca di conoscenze esoteriche”. Il titolo è sufficiente a dare al lettore un'idea del contenuto del libro.

Il volume si addentra negli insegnamenti di molteplici religioni e culture, Rosacrocianesimo, Massoneria, Illuminati, filosofia, storia antica, e altro ancora. Il libro illustra come le società segrete esistano da migliaia di anni, e come l'informazione, la conoscenza, la “magia” e altre abilità – ritenuti argomenti di fantasia, siano in realtà nelle mani di persone che si sono impadronite di questi insegnamenti e li hanno usati per soddisfare il proprio ego e la propria brama di potere. Hall spiega come alcune persone molto potenti siano coinvolte in queste attività con l'obiettivo di dominare il mondo, ma che da sempre esistono anche degli “hacker etici” all'interno di queste e altre società segrete, impegnati a combattere l'aumento dell'uso della “magia” per scopi “malvagi” e per il dominio del mondo.

Nel 1947, 47 anni dopo aver scritto The Secret Teachings of All Ages, Hall fu investito del titolo di Massone di 33° grado, la più alta onorificenza conferita dal Consiglio Supremo del Rito Scozzese Antico ed Accettato.

In un periodo di 70 anni, Hall tenne circa 8.000 conferenze negli Stati Uniti e all'estero e fu autore di più di 150 libri e saggi, oltre che di innumerevoli articoli per i giornali.

Le opere di Hall sono ritenute molto valide perché è difficile trovare un vero studioso in questi campi, soprattutto quando sono avvolti dalla segretezza. Anche quelli che si trovano ai vertici della Massoneria e delle società segrete di oggi non hanno un vero potere: molti sono semplicemente usati come pedine, mentre quelli sconosciuti alla maggioranza e che agiscono dietro le quinte sono i veri detentori della “Conoscenza Reale”.

L'insegnamento principale di questo libro potrebbe essere che molte società segrete antiche e moderne si basano sulla buona volontà, sul desiderio di portare abbondanza a tutti gli esseri viventi del pianeta e di proteggerli. Oggi, soprattutto nella cultura popolare, le società segrete hanno una cattiva reputazione, e Hall fa notare che molte hanno preso concetti antichi e magia cerimoniale e li hanno completamente stravolti, creando così una forma di magia nera – alimentata dalla stessa avidità e dallo stesso egoismo che, dice Hall, portarono alla rovina la grande città di Atlantide.

Quasi tutte le società segrete del passato si sono dedicate a 'fare pulizia'. Erano tutte venute come i Cavalieri Templari a rimediare alle corruzioni di varie credenze e dottrine. Erano venute a prendere il posto della corruzione politica che aveva fatto abbandonare ogni speranza. I fratelli operavano ogni giorno e in ogni modo. A volte in segreto, ma sempre incessantemente.”

I prossimi anni saranno di importanza cruciale per l'Ordine della Massoneria... La situazione è seria... la qualità dell'acqua peggiora di giorno in giorno, la Terra e l'aria sono sempre più inquinate, la distruzione delle risorse naturali, le guerre incessanti, lo sviluppo di armi distruttive, tutte queste cose proseguono imperterrite, e se andrà ancora avanti così, succederà qualcosa... Qualcosa che ci ricorderà che l'uomo non ha il diritto di distruggere ciò che non ha creato, che non ha il diritto di prendere un mondo bellissimo, con tutti i suoi privilegi ed opportunità, e trasformarlo in un purgatorio.”


Manly P. Hall






Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale. Per leggere una copia della licenza visita il sito web http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/ o spedisci una lettera a Creative Commons, PO Box 1866, Mountain View, CA 94042, USA.

venerdì 7 giugno 2019


Anche se pensi di non stare facendo niente di male, tutto ciò che fai e dici oggi, 

DOMANI POTREBBE ESSERE USATO CONTRO DI TE 


SVEGLIATEVI!



Lo spyware contenuto in Android (#SpywareInAndroid)




   Uno studio del 2015 ha scoperto che il 90% delle più diffuse applicazioni Android proprietarie gratuite contenevano librerie per il tracciamento degli utenti, mentre nel caso delle applicazioni a pagamento la percentuale scendeva al 60%.


   Lo studio però fa confusione dato che usa “free” (NdT: libero, ma anche gratuito) per applicazioni che non sono affatto in realtà software libero. Usa anche la falsa parola “monetizzare”. Meglio dire “sfruttare” in questo e altri contesti.
   Lo studio è in inglese e usa “free” nel senso di “gratuito”; dato che “free” significa anche “libero”, in italiano preferiremmo che si usi “gratis” in questi casi.
    Se si usassero applicazioni libere, gli utenti potrebbero controllare con certezza di non essere spiati. Con applicazioni proprietarie, si può solo sperare.


   Lo studio ha scoperto che 234 applicazioni Android che tracciano gli utenti ascoltando ultrasuoni emessi da apparati installati nei negozi o da apparecchi televisivi. 😱😳

   Moltissime applicazioni Android possono collegarsi tra di loro – in network – per trasmettere i dati personali degli utenti a server esterni. Uno studio ha scovato decine di migliaia di casi.

   Google Play [intenzionalmente invia] a chi sviluppa un'applicazione i dettagli personali degli utenti che la installano.

   Chiedere una semplice "autorizzazione" all'utente non basta per rendere legittime le azioni contro la privacy come questa perchè: il 99,9% degli utenti ormai non leggono mai tutti i "Termini e condizioni" a cui "acconsentono". Google deve identificare chiaramente e onestamente le informazioni che raccoglie sugli utenti, invece di nasconderle in un'EULA difficile da leggere.

   Tuttavia, per proteggere davvero la privacy degli utenti, dobbiamo EVITARE che Google e altre aziende ottengano i dati personali!

   Google Play (parte di Android) tiene traccia degli spostamenti degli utenti senza il loro permesso. Anche se si disattivano Google Maps e la cronologia delle posizioni, e quindi bisogna disattivare totalmente Google Play – o disinstallarlo – per fermare completamente il tracciamento. Questo è un altro esempio di software non libero che in apparenza ubbidisce all'utente quando in realtà sta facendo altro. Nel software libero quest'eventualità sarebbe molto remota.

   Oltre il 83% delle applicazioni Android più comuni condivide con terze parti informazioni personali, di comportamento e di posizione riguardo gli utenti.
   Sono state trovate attività di “comunicazione non chiara”, non collegata all'attività dell'applicazione, nelle 500 applicazioni gratuite per Android più diffuse.

   L'indagine dà per scontato che gli strumenti di analisi comuni siano legittimi, ma questo è vero a livello etico e di diritto? Gli sviluppatori di software non hanno il diritto di analizzare quello che gli utenti fanno o come lo fanno. Gli strumenti di "statistica" che spiano sono sbagliati come qualsiasi altro sistema di spionaggio.
   Le applicazioni gratuite per Android (gratuite, ma non libere) si collegano in media a 100 indirizzi di profilazione e pubblicità.

   Alcuni dispositivi Android sono venduti con spyware al loro interno. Alcuni telefoni di Motorola modificano Android per inviare dati personali a Motorola.

   Alcuni produttori aggiungono un pacchetto di sorveglianza generale nascosto come Carrier IQ.

   La occulta ma ormai famosa (per gli hacker) backdoor di Samsung fornisce accesso a qualsiasi file sul sistema.


ATTENZIONE PERTANTO A PRENDERE LE DOVUTE E NECESSARIE PRECAUZIONI.


"Siate scaltri come serpenti e candidi come colombe"!




#Bojs 




Related Posts with Thumbnails


Visualizzazioni totali

SEGUI IL CANALE TELEGRAM

Translate



Lettori abbonati RSS



Sostieni questa informazione



SEGUICI ANCHE SUL NUOVO SITO

Post più popolari

Ricevi in email i nuovi post


Enter your email address:

Delivered by FeedBurner



Archivio blog

Elenco blog consigliati

Argomenti

verità nwo Fine dei Tempi controllo sociale profezie 666 anticristo 2012 Ordine Globale eventi matrix crollo economico controllo psichico Futuro Svegliatevi 2013 crisi finanziaria Dio illuminati Grande Tribolazione controllo del pensiero disinformazione diritti civili religione Falsità armi invisibili segni dei tempi cambiamento Pace e Sicurezza armi silenziose religione universale 2018 Bestia Globalizzazione Poteri Occulti nuova era Economia 2012. Apocalisse cospirazione Bibbia Anunnaki Rivelazione coscienza disastri scienza società Cabala epidemie marchio popolazione Cristiani veri Massoneria armi psicotroniche attualità onde elettromagnetiche Babilonia la Grande Leggi Morali Universali Propaganda controllo popolazione guerra realtà scie chimiche Alieni CONTROLLO MENTALE CRISIS Occulto YAHUWEH esoterismo new age Extraterrestri Sistema Economico libertà microonde riflessioni 2010 Neuro confusione Vaticano genocidio politica yahushua Unione Europea YHVH elf medicina salute CRISTIANITA' Finanza Leggi causa effetto Satanismo amore cervello crisi economica informazione microchip nanotecnologie sette vaccini Avvento Messia CRISI Cristo Luminari Regno Spirito Transumanesimo frequenza governo inganno malattie Mercati Messyah TETRAGRAMMATON indotti metodo scientifico storia Arhiman DENARO ELOHIM Gesù Islam JEHOVAH Lucifero NOME Oriente Risparmi Uomo Cristico altruismo armi biologiche ebe feste pagane incarnazione ipocriti ricerca Alieni Bugiardi Angeli caduti Apparizioni Mariane Demiurgo EURASIA GEOVA Ibridazione Messaggio Multinazionali SINGOLARITA' Segnale Digitale Superuomo YAHWEH codice barre complotto farisei intelligenza artificiale solidarietà televisione yahshua Conoscenza Ebrei Haarp Illuminazione Internet JeZeus Legge Meretrice Monti PAPA PROTOCOLLI Qabbala SINGULARITY Signore YHWH alchimia bambini cittadini incontri del terzo tipo magia menzogne moneta unica mondiale paranormale terremoto ARMAGHEDDON Androide EM Pulse EURO Fede Genetica Gnostico Grecia Jesus LAVORO Missione Pubblicità RFID RUSSIA Sionisti Sostenibile ULTIMI GIORNI YAH computer contattati denuncia illegalità influenza media scienza dell'uno 7 torri del diavolo ARMI ELETTRONICHE Anima BANCHE CAOS Cattolicesimo Clonazione Cyborg ELOHA ELYAH EVANGELICI Europa Golem Industria Farmaceutica Jezus NUOVO ORDINE MONDIALE Rael SCANNER SCHIAVI SION Siragusa Umanesimo armi psichiatriche controllo biologico cospirazionismo cronaca malattia mentale mondo unito nanoscienze polizia salute. alimentazione scontri segni nei cieli simbolismo subliminale transazione elettronica wireless AMARE CALIFFATO CINA CORANO CURA Chiesa ELOAH FAMIGLIA Gaia HPV INVASIONE ISIL ISIS Israele Italia KURZWEILL LETTURA PENSIERO LHC Collider Legge del governo MAOMETTO PSICHIATRIA Rivoluzione SAVI Salvatore TELEPATIA TERRORISMO Talmud Terra Torah UMANI 2.0 Vday antitaccheggio apocalisse armi a raggi bioenergia chiesa cattolica consumatori controllo Internet empatia esposto occidente pace pandemia papillomavirus perdono persecuzione umanità uploading della mente violenza 25 dicembre 92 ALBERT PIKE ATTENTATI Apostoli BANCA CENTRALE BCE BOJS Baal CONTRO UMANITA' Capodanno DIBATTITO DIMISSIONI ECONOMICO ELI EU Epifania FALSE DOTTRINE FINE DEL MONDO Fantascienza GOOGLE Gesuiti Giappone HASHEM INTERNAZIONALE Incantesimi JIHAD Lezione MEDIO ORIENTE MUSULMANI NATSARIM NOE' NORVEGIA Natale ORWELL Oroubous PROZAC PUTIN Roccia SCANDALO SENTINELLE SOLIDARIETA' STALKING Santi Signoraggio Sorath T.S.O. Tecnolgia Teocrazia Trattamento Tribunale minori UNIONE Umani Vaticanix YEHWAH antibiotici babele biochip bitcoin blockchain calcio cananei casa collaborazione collasso combattimento corso creazione crypto culto diabete dies Natalis Solis Invicti filistei free energy industria alimentare informatica intermatrix killer libano magia nera metapsichica mk ultra palestinese pasqua pianeta psicogenesi robot sacrifici sanzione amministrativa sfratti tecnologia tesla tifosi tradizioni valuta zucchero 11/9 19 ottobre 1969 2 Testimoni 2.0 2012. Apocalisse. IPV6 2014 2016 2020 2021 33 3D 66 LEGGI 7 GIUGNO 2014 7 LEGGI 8 marzo 9+2 ACEA ACTA AFFITTASI AI AIDS ALBERT EINSTEIN ARABIA SAUDITA ARCA DI GABRIELE ASSOCIAZIONE AVARI Abcasia Ambientalista Amen Ammon Amun Android Anidride Apollo App Ari Folman Avventisti BAVLI BINITARISMO BLOG BOLLETTA BOSONE HIGGS BRASILE Babbei Beppe Grillo Bioingegneria Blogger CASE CERCA CERCO CERN COMUNITA' EUROPEA CONTRO COSTO CRIMINI CRISTIANI CSI CUSTODI Caldo Cancro Carbonica Caronia Cash Cerimonia Cinema Clima Climatici Complottisti Creduloni DEDICATO DISCEPOLI DITEISMO DMITRIJ MEDVED DNA DOLOMITI Divina Droni EASTER EDISON EGOISTA EMERGENZA ENEL ENERGIA ELETTRICA ENI ESTERO ETP EUROGENDFOR Esseni FALSI PROFETI FAMIGLIE FAMILY FEDERAZIONE FESTA FIGLI Fake Falso Film Francesco Francesco I Freud Frutta Fumo G20 GINEVRA Gea Genesi Giovanni Giustizia Globale Gnosi Gottardo HAMAS HERA HIV Hubble ILLUMIA INTERESSI IOR IRAQ ISAAC NEWTON ITALIAN ITALIANA Impresa Inaugurazione Iniziazione Innovazione Iran JANNAH JOB Jorge Jung LEGGI NOACHITE LUNA ROSSA Londra Louisa May Alcott Lugano Luna MAESTRO MANIFESTAZIONI MANLY P. HALL MECCA MISTERIOSO CONGEGNO/ARMAMENTO MUHAMMAD MUTUI Madre Malware Merkel Micromoney Montagna Movimento 5 Stelle NIKOLA TESLA NOTIZIE News OFFER OFFRO Obbligatorio Olimpiadi Ologrammi PESACH PLASMA PREESISTENZA PROFETA PROGETTO DEI SECOLI Padre Pio Pangea Pietro Play Portale Privacy Progetto Enoch Project QUANTICO QUANTISTICO Qumran RENT RINCARI RISPARMIO Ra Ravenna Riscaldamento Roger Ver SATANA SETTEMBRE 2015 SHARIA SHEMITAH SINDROME SLAVES SOCIETA' SPORTIVE SORGENIA SPORT Sanitario Siccità Smartphone Socialismo Sophia Sostenibile. Green Spiare Spionaggio Spyware Stampante 3D Sviluppo TARGETED INDIVIDUAL TEORIA STRINGHE TERNA TETRADE TIME TRAVEL TUTELA The Congress Treno Trojan Tunnel UFO UNO URGENTE Utenti VECCHIO ORDINE MONDIALE VIAGGIO NEL TEMPO VIDEO VITTORIO MARCHESI Verde Violazione WAR WORK WORLD CUP 2014 accuse affiliazione aiuto alarma alarma allevamenti animali allunaggio anniversario antidepressivi antifumo cambiament cartella esattoriale chemtrails codice della strada combattente coordinamento dea depressione diritti donne donna dossier election day elezioni europei 2012 facebook femminismo femminista focolarini gabriele sandri genere gozzoviglie guardiani horror ideologia incidenti stradali industria automobilistica lato oscuro manifestazione medicinali meteorite mondiale morgellons movimento resistenza popolare numero nuovo occupazione odio omicidio opus dei orgoni origine ISLAM origini cristianesimo paperclip parapsicologia pericoli pillola blu pillola rossa popolari popolo pranzo psicanalisi psicotrope raciti re reincarnazione rituale scrittrice secolare serpente sixtema sol levante soldati spirale stato stato di polizia sterilità maschile suicidio torre traforo tsunami ultrà
(c) 2007-2021 by INTERMATRIX. Powered by Blogger.